You are in:

Ingegneria Informatica (Laurea e Laurea Magistrale)

Ingegneria Informatica

L'Ingegnere informatico è un professionista che applica i metodi di indagine e di progettazione tipici dell'ingegneria in tutti i contesti in cui l'informatica è l'ingrediente fondamentale per affrontare e risolvere problemi complessi.

Le competenze ingegneristiche e la padronanza delle metodologie di lavoro sono la base fondamentale della formazione, cui si accompagnano ulteriori abilità, quali:

  • progettare e usare al meglio la convergenza tra tecnologie informatiche e telematiche, spaziando dalle tradizionali reti di calcolatori, alle reti telefoniche e satellitari, alla televisione interattiva
  • coniugare informatica ed elettronica per progettare dispositivi capaci sia di sfruttare i più diversi canali di comunicazione (dai calcolatori agli apparati mobili, ai PDA, ai telefoni di terza generazione) sia di interagire con l'ambiente, i dispositivi e le persone per arricchirne le caratteristiche e aggiungere servizi (dai sistemi embedded ai sistemi di supporto alle persone, ai sistemi di monitoraggio ambientale)
  • conoscere e gestire la pluralità di formati multimediali richiesti dalle applicazioni informatiche moderne (audio, video, linguaggi per i contenuti Web, ecc.)
  • controllare i processi comunicativi che sono alla base del successo (o dell'insuccesso) di soluzioni quali e-Business, e-Learning, e-Government, ecc.

Diventare Ingegnere informatico significa poter disporre degli strumenti culturali e delle competenze professionali necessarie per mettere a frutto i propri talenti nei più svariati ambiti applicativi. Grazie alla pervasività delle tecnologie dell'informazione, nessun settore è precluso all'ingegnere informatico.

 

Presso il Polo di Como, il Politecnico di Milano offre il Corso di studio di Ingegneria Informatica su due livelli:

Gli sbocchi professionali

Gli sbocchi professionali dell'Ingegnere informatico, sia di primo sia di secondo livello, sono ampi e molteplici: la carriera professionale, la carriera manageriale e la carriera imprenditoriale sono tutte possibilità concrete e realizzabili. Il settore dell'ICT (Information and Communication Technology) è uno di quelli che maggiormente premiano chi consegue una laurea qualificata. In particolare il mercato del lavoro del Nord-Ovest e della Lombardia mostra di privilegiare proprio i laureati di Ingegneria Informatica.

Gli ingegneri dell'Informazione si confermano tra i più richie­sti dal mercato del lavoro italiano. Da una recente indagine di UnionCamere (novembre 2014) risulta che

"...una laurea in ingegneria informatica, soprattutto per chi vive o è disponibile a trasferirsi in Lombardia, rappresenta, anche in questo 2014 così difficile per il mercato del lavoro, una buona carta da giocare per un impiego: delle 530 assunzioni di esperti software con questa laurea in tutta Italia, 210, cioè poco meno del 40%, sono considerate dalle imprese di difficile reperimento per gap di offerta (ossia, a causa di un numero di richieste superiore alle candidature proposte). Tra le regioni, la Lombardia è quella che registra la più elevata quota di assunzioni difficoltose a fronte di una domanda sostenuta. La stessa situazione si presenta per i 930 profili di analista programmatore ricercati in tutto il Paese nel 2014, 300 dei quali (il 32%) di difficile reperimento. Più contenuta ma comunque superiore alla media la difficoltà di assunzione per altre due professioni legate alle nuove tecnologie, aperte sempre agli ingegneri informatici: quella di programmatore informatico (3.300 le assunzioni complessive previste, 650 delle quali di difficile reperimento) e di progettista di software (940 assunzioni, 150 delle quali non semplici). In tutti questi casi, è sempre la Lombardia la regione in cui la ricerca di questi profili presenta le maggiori criticità."

Sempre nello stesso comunicato si riporta che:

"Tra le lauree più ricercate ma anche più difficili da reperire per carenza di offerta sul mercato del lavoro si confermano anche nel 2014 alcuni indirizzi di ingegneria. In primo luogo quello informatico (5.940 assunzioni stagionali e non stagionali complessive previste, di cui 1.310 di difficile reperimento); a seguire ingegneria elettrica (640 assunzioni di cui 130 complesse) ed elettronica (1.800 assunzioni, 250 difficili)."